Lotta alle auto schilometrate: i valori di Non prendermi per il chilometro

Data Pubblicazione: 21-05-2017
 

Alfredo Bellucci lavora da sempre nel mondo delle auto e come confessa nel suo libro, Non prendermi per il chilometro, fin da giovane, pieno di sogni e aspettative, voleva guadagnarsi da vivere vendendo auto. Questa era la sua missione. Presto però ha dovuto fare i conti con una realtà illusoria e ingannevole, a cui non era preparato: la vendita di auto usate schilometrate e l’enorme diffusione di abili venditori “illusionisti” che usano trucchi e inganni per truffare i clienti ignari. Per non dover essere complice del mercato dell’illegalità nella vendita di auto usate schilometrate, nel 2003, con molte speranze e sacrifici è diventato titolare di una struttura di vendita di autoveicoli usati.

Da allora, dalla consapevolezza che può esistere un mercato senza questa farsa e dal desiderio di unire i rivenditori onesti, è arrivato nel 2015 alla stesura di un libro che fa luce su questo mercato dell’illecito e ha dato vita al progetto Non prendermi per il chilometro.

Il progetto di Non prendermi per il chilometro

Stanco di vedere ignari cittadini che fanno fatica ad arrivare a fine mese, truffati da persone che si arricchiscono illecitamente alle loro spalle, il libro e il progetto di Non prendermi per il chilometro sono stati il mezzo per rendere pubblico e per fare qualcosa per cambiare questo stato di cose.

Al libro sono seguite inchieste e interviste su programmi televisivi come Le iene e Striscia la notizia. Da questo poi è nata una serie di iniziative come un gruppo su Facebook dove gli utenti possono fare segnalazioni di annunci di auto sospettate di essere state schilometrate ed ottenere consiglio e assistenza da parte di altri utenti e da parte dello staff di Non prendermi per il chilometro.

Parte importante del progetto è la community di rivenditori, nella quale vengono accolti quei rivenditori che hanno sottoscritto un regolamento che li impegna a garantire un certo grado di certezza chilometrica. La community di rivenditori è nata con il proposito di poter mettere in contatto chi vende e chi compra auto usate con chilometri autentici. Attraverso il portale chi acquista può trovare facilmente l’auto che cerca da tutti i concessionari che fanno parte della community.

I valori di Non prendermi per il chilometro

I commercianti di auto onesti sono tanti, il problema per loro è distinguersi dalla concorrenza sleale e arrivare a instaurare un rapporto di fiducia con i compratori. Il progetto nasce per valorizzare i venditori onesti e dare loro la visibilità necessaria per metterli direttamente in contatto con i clienti riportando la fiducia tra venditore e acquirente laddove è andata persa.

I venditori truffaldini usano tattiche e strategie da illusionisti per andare contro gli interessi dei clienti, per loro il cliente è visto semplicemente come una persona da “fregare”. Il progetto e il libro di Non prendermi per il chilometro sono nati proprio perché alcuni operatori del settore tradiscono la fiducia altrui guadagnandoci illecitamente, ma non è sempre così: i rivenditori della community dimostrano invece che è possibile creare un mercato in cui lavorare per l’interesse del cliente diventa un valore anche per il venditore. Su questa consapevolezza poggiano tutti i valori di Non prendermi per il chilometro. E su questo si fonda la missione di tutto il progetto: assicurare la compravendita di auto con i chilometri veri, perché tutelare gli interessi dell’acquirente diventi un vantaggio economico anche per il venditore. Da qui nasce il nostro motto "non contro, ma insieme".

I rivenditori ottengono visibilità grazie agli strumenti come il libro, che sensibilizza l’opinione pubblica, il marchio, che distingue e identifica, il sito e i social network, perché danno visibilità e connettono con il vasto pubblico. Gli acquirenti invece possono avere la tranquillità di trovare degli interlocutori di cui potersi fidare e che li mettono in condizione di fare un acquisto consapevole. In questo modo sia i venditori sia i clienti ottengono un indubbio vantaggio.

L’obiettivo è di dare valore ai rivenditori onesti, affinché il mercato delle auto usate schilometrate possa essere ridotto fino a sparire del tutto. Grazie ai rivenditori della community che abbracciano i valori di onestà e trasparenza nella vendita, e al nostro impegno nel smascherare le truffe con la collaborazione degli stessi compratori, tutto ciò potrà diventare realtà un giorno. Come spesso si dice: l’unione fa la forza.

Per restare aggiornato sul progetto e su come Non prendermi per il chilometro continua la sua lotta ai chilometri scalati, segui la nostra pagina Facebook ufficiale.

I contenuti di questo blog sono tratti dal libro "Non prendermi per il chilometro" di Alfredo Bellucci e dall’omonimo progetto